mercoledì 1 luglio 2009

CIAO PETER PAN


WASHINGTON, 25 giugno - Michael Jackson, il ragazzo prodigio diventato Re del Pop ma poi coinvolto in umilianti vicende giudiziarie, è morto ieri a Los Angeles all'età di 50 anni per arresto cardiaco. La notizia della morte del cantante è stata confermata da fonti dell'ospedale di Los Angeles dove era stato portato d'urgenza dopo che dalla sua abitazione era giunta la richiesta di un'ambulanza.
LA RICOSTRUZIONE - Il dramma era cominciato poco dopo mezzogiorno, ora di Los Angeles, con una telefonata dalla villa del cantante, nel quartiere di Holmby Hills, ai servizi di emergenza. Il personale paramedico aveva trovato Jackson in condizioni gravissime. Avevano cercato di rianimarlo durante il tragitto dalla abitazione all'ospedale Ucla di Los Angeles. Le sue condizioni erano apparse disperate. All'ospedale avevano cominciato a giungere i suoi familiari mentre all'esterno si affollavano i media e i fans che avevano cominciato ad apprendere dalle Tv le condizioni disperate di Michael Jackson. IL TOUR - Il cantante avrebbe dovuto cominciare dal prossimo mese a Londra un tour mondiale che avrebbe segnato il suo ritorno al mondo dello spettacolo dopo le vicende giudiziarie che lo avevano portato alla ribalta della cronaca per l'accusa di molestie sessuali a minorenni, . Ma il ritorno sul palcoscenico dell'ex Re del Pop appariva una corsa ad ostacoli e alcuni di coloro che l'avevano visto impegnato nelle prove dello spettacolo avevano espresso l'opinione che il cantante non fosse ancora pronto, fisicamente, all'impegnativo compito. Timori che erano stati confermati dalla decisione degli organizzatori di ritardare l'inizio dell'atteso tour mondiale che avrebbe potuto fruttargli oltre 50 milioni di dollari ponendo denaro sul suo conto di cui aveva assoluto bisogno a causa delle spese sfrenate sostenute negli ultimi anni che lo avevano portato ad indebitarsi pesantemente.
THRILLER NELLA STORIA - Nonostante la vendita in tutto il mondo di milioni di copie dei suoi dischi - l'album 'Thriller' aveva battuto tutti i primati in materia - il suo stile di vita eccentrico e costoso lo aveva messo in cattive acque finanziarie. Rovinoso per la sua carriera era stato il processo del 2005 in California per rispondere della accusa di molestie sessuali verso un minorenne ospitato nel suo ranch Neverland: il cantante era stato assolto ma la vicenda giudiziaria aveva distrutto per molti anni la sua attività artistica e l'aveva provato anche in modo pesante sul piano fisico riducendolo all'ombra del personaggio pieno di energia e vitalità su cui aveva basato la sua carriera.
ADESSO E' L'ORA DEL SILENZIO. ADOESSO BASTA COI GIUDIZI CATTIVI DI CHI NON CONOSCE. ADESSO BASTA! ADESSO RIPOSA IN PACE MICHAEL. TI VORREMO BENE PER SEMPRE. PER SEMPRE ADORATO MOONWALKER.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Michael Jackson non ha mai molestato Jordan Chandler. Tutti ricorderete questa storia: nel 1993 il giovane Jordie accuso’ il re del pop di aver abusato di lui. Questa storia’ complico’ la posizione di Michael Jackson nel suo processo per pedofilia. Oggi quel bambino e’ cresciuto e ci dice la verita’.
Non e’ assolutamente vero che Michael Jackson ha molestato Jordan Chandler. All’epoca le sue dichiarazioni fecero davvero molto scalpore. Ma poi la storia si concluse, con un accordo e un assegno di 22 milioni di dollari dato delle mani di Evan Chandler, il padre del bambino. Un risarcimento che fece sollevare qualche dubbio. Dubbi che ora sono svelati.

Queste le parole di Jordan: “Non era mia intenzione distruggere l’immagine di Michael Jackson, ma mio padre mi ha fatto dire solo bugie. Ora non posso dire a Michael quanto mi dispiace e sapere se mai mi perdonerà“. E poi ha aggiunto: “Michael Jackson non mi ha fatto nulla, è stato mio padre, lo ha fatto per uscire dalla povertà“.

Le parole di Jordan sono molto significative, ma potevano anche arrivare un po’ prima. Se davvero il padre ha incastrato il re del pop, fingendo abusi sul figlio mai esistiti, allora dovra’ pagare. Anche se e’ tardi ormai. Michael Jackson non c’e’ piu’: le sue dichiarazioni possono salvare il suo onore, visto che tolgono ogni dubbio sulla pagina piu’ brutta della sua vita, dopo la quale inizio’ l’abuso di tranquillanti. Quegli stessi farmaci che, con tutta probabilita’, lo hanno ucciso!

Anonimo ha detto...

purtroppo è sicuro ke i farmacvi lo hanno ucciso ma l'anima l'anno uccisa le infamie dette di lui e soprattutto quella della pedofilia. Povero MJ non meritava tutto questo male.

Anonimo ha detto...

non meritava tutto questo male hai ragione. ora verranno i nodi al pettine ma ormai...lui non c'è piu purtroppo....

NON ABBANDONATE GLI ANIMALI

NON ABBANDONATE GLI ANIMALI
Un amico è per sempre.......

Sex crimes and the Vatican

Loading...

i miei amori a 4 zampe

i miei amori a 4 zampe
Dalik

Kjra

Kjra
Kjra 01-06-1997 / 17-08-2013

Zeus

Zeus
ci ha lasciato l'8 Marzo 2012