sabato 19 maggio 2007

ANTIMAFIA - SOLIDARIETA' CON LA REDAZIONE DI CASABLANCA

Comunicato stampa
Solidarietà con la redazione di Casablanca
Giacomo Alessandroni
22 marzo 2007



Taranto, 22 marzo 2007


L'Associazione PeaceLink esprime la propria solidarietà alla redazione del mensile catanese antimafia Casablanca (http://casablanca.motime.com/) dove domenica 18 marzo, approfittando dell'assenza dei redattori, ignoti sono penetrati nella redazione e - senza apparenti segni d'effrazione o di scasso - hanno trafugato un computer. Il danno economico per una piccola redazione autogestita ed autofinanziata è rilevante, non solo per il valore economico del computer in sé, ma soprattutto per le informazioni in esso contenute. In questi mesi, in un panorama informativo regionale sempre più desolante, Casablanca è stata una delle poche voci di denuncia sociale e civile dell'intera Sicilia. Si teme quindi che il gesto sia un'intimidazione verso il lavoro svolto da Casablanca. Il mensile è nato l'anno scorso su iniziativa dei giornalisti antimafia Riccardo Orioles, Graziella Proto ed altri giornalisti indipendenti, tra cui molti provenienti dall'esperienza degli anni '80 de I Siciliani, mensile fondato e diretto da Giuseppe Fava (ucciso da Cosa Nostra il 5 gennaio 1984). Casablanca intende riprendere l'eredità de I Siciliani e di Avvenimenti - anch'esso fondato da Giuseppe Fava e Riccardo Orioles - sin dagli esordi.
L'Associazione PeaceLink sostiene l'informazione antimafia ospitando sul suo portale La catena di San Libero, diretta da Riccardo Orioles (di cui citiamo solo un piccolo passo del primo numero: "Non so su che mezzo stai leggendo, in questo momento, queste righe. Al momento in cui scrivo, non so se esse verranno pubblicate da un giornale, e da quale, o se le diffonderò tramite Internet, o se mi stai leggendo grazie a una stampante laser a 300 dpi - o su un volantino. Faccio il giornalista antimafia da vent'anni, e al ventunesimo anno non sono affatto sicuro di potermi far leggere da te con mezzi regolari"), le denunce di Carlo Ruta, autore del sito http://www.leinchieste.com/ e anch'egli vittima, in questi anni, di varie intimidazioni, per aver dedicato un'intera sezione del proprio sito alla cultura della legalità e all'impegno contro le mafie.
Chiediamo a tutti di essere solidali con la redazione di Casablanca. Chi volesse è invitato a scrivere un messaggio di solidarietà all'indirizzo

riccardoorioles@gmail.com

Associazione PeaceLinkTelematica per la Pace


http://peacelink.it/


Per Contatti e Informazioni:
Nadia Redoglia 328.9058089
Tiziana Saracco 338.1289105



LETTERA APERTA AI SIGNORI LADRI


Dopo il furto alla redazione di Casablanca, ci aspettiamo che vadano a derubare i guadagni degli artisti di strada. Il vandalismo è pressochè lo stesso.
Cari signori ladri,non sappiamo il motivo per cui siete andati a rubare i computer all'interno della redazione Casablanca, la rivista che fa antimafia vera.Dovevate avere una bella fortuna (diciamo fortuna) per beccare l'unico giorno in cui nessuno era nella redazione neanche di notte, e non abbiamo capito perchè, vista la vostra fortuna, non siate andati a rubare qualcosa nelle redazioni di Mario Ciancio (che sicuramente economicamente è messo molto, ma molto ma molto meglio di noi). A meno che il furto non c'entra nulla con il danno economico, e invece si è voluta colpire l'antimafia (in tal caso, capiamo il motivo per cui non avete fatto neanche un tentativo di furto, nelle redazioni di Ciancio).Ad ogni modo, vi è mancato il coraggio di affrontare i soldati che tutti i santi giorni si fanno il culo per voialtri, lavorano per una società migliore, anche per la vostra società. Ora, i casi sono due: o non vi frega niente della società dove vivete e quindi andate a colpire chi è già economicamente debole perchè è più facile così, oppure vi frega eccome, ed è per questo che avete deciso di entrare a rubare un computer di Casablanca.Cari signori ladri, non sarà questo a piegarci, non sarà per questo che si spegnerà il fuoco invisibile della rivolta. Noi combattiamo quelli che recidono i fiori perchè amiamo la primavera.Voi continuate pure a strisciare ai piedi dei potenti, il vostro ruolo non ci interessa.



Con un po' di pena...



antonella serafini - responsabile di www.censurati.it



"padroni di niente, servi di nessuno!!!!"


p.s. Non permettiamo che un gesto da vigliacchi pieghi Casablanca. Abboniamoci alla rivista e un nuovo pc sarà di nuovo al lavoro, al servizio di quei ragazzi che danno tutto in cambio di niente.



Casablanca lo trovate in edicola, oppure richiedendolo in abbonamento a GRAZIELLA RAPISARDA come segue:





Lettera aperta


di Ultimo


Noi ci saremo ogni voltache gli altri scappano,ci saremo con gli occhi splendentidi chi sa sognare e vuole sognareperchè è realista e con realismo disprezza questa realtà,questa antimafia di salotto, gestitada professorini elitari e snob,da toghe grige che alla lotta di stradapreferiscono la dialettica unilateraledell'insinuazione e della celebrazioneretorica. Questa antimafia arrogantebuttata nei programmi TV per fare audience offendendopersone che non possono risponderee strumentalizzando eroi e martiri a loro uso e consumo.A questo loro parlare per parlare, noi rispondiamo con il coraggio di fare azione, ribellazione contro la mafia.E come sempre guardiamo alle generazioni più giovani,alla ribellione all'ingiustizia che vive e deve vivere senza mediazioni nel cuore dei giovani, dei ragazzi del nostro Paese.
Il nostro cuore rimane legato a Palermo e alla Siciliaagli esempi che i carabinieri straccioni hanno datoper primo a me, di come sia possibilelottare e vincere una lotta impossibilesenza arroganza, senza superbia, al solo scopo di servire il proprio popolo.



A chi combatte quelli che hanno combattuto la mafia tutto il mio profondo disprezzo.


ultimo

Nessun commento:

NON ABBANDONATE GLI ANIMALI

NON ABBANDONATE GLI ANIMALI
Un amico è per sempre.......

Sex crimes and the Vatican

Loading...

i miei amori a 4 zampe

i miei amori a 4 zampe
Dalik

Kjra

Kjra
Kjra 01-06-1997 / 17-08-2013

Zeus

Zeus
ci ha lasciato l'8 Marzo 2012